La ricetta delle sarde in saor

  torna alle news

La ricetta delle sarde in saor

 
  
20 February 2020

Le sarde in saor sono un piatto tipico del Veneto e soprattutto di Venezia. Saor in dialetto sta per “sapore”: un termine perfetto per questa ricetta dagli ingredienti semplici ma dal gusto straordinario.
La materia prima sono le sarde, ovvero le sardine: un pesce azzurro “povero” ma amato per il suo sapore unico. Il resto lo fa il condimento, appunto il saor: un mix tra cipolle, sale, zucchero e aceto di vino bianco. A chiudere il piatto pinoli e uva sultanina.
Ecco la ricetta per 4 persone.
 

Ingredienti

  • 600 g di sarde
  • Farina qb
  • 1,2 kg di cipolle bianche
  • Olio di semi d’arachide
  • Olio d’oliva evo
  • 1 bicchiere scarso di aceto bianco
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • 1,5 cucchiai di uva sultanina
  • 1 cucchiaio di pinoli

 

Preparazione delle sarde

  1. Tagliare la testa ed eviscerare le sarde. Lavarle con cura con acqua corrente fredda.
  2. Asciugarle e passarle nella farina.
  3. Portare alla giusta temperatura l’olio di semi d’arachide e friggere le sarde.
  4. A cottura ultimata asciugare le sarde e salarle.

 

Preparazione del Saor

  1. Scaldare l’olio evo in un tegame e dorarvi le cipolle tagliate sottili.
  2. A doratura quasi ultimata aggiungere lo zucchero e l’aceto.
  3. Lasciare cuocere fino a quando quest’ultimo sarà evaporato.

 

Preparazione finale

  1. Disporre le sarde fritte sul fondo di una terrina sufficientemente capiente.
  2. Versare sopra il saor e aggiungervi i pinoli e l’uvetta (messa prima in ammollo in acqua per reidratarla e poi strizzata).
  3. Mettere in frigo la terrina coperta e aspettare un giorno in modo che le sarde prendano tutto il gusto del saor.

 
Le sarde in saor sono state una delle ricette speciali servite alla nostra Fiera del Bollito 2019.